Cento i partecipanti al convegno, peccato mancassero i politici locali

Purtroppo non ho potuto partecipare, ma mi e’ stato riferito che i politici non erano presenti e che il vice – Sindaco e assessore all’ambiente del Comune di Bressanone, l’ avv Pedron si e’ presentato alla fine ed ha presenziato per circa cinque minuti – L’amministrazione comunale ha sicuramente altre priorita’ e la zona Ovest puo’ attendere. Ovviamente nessun politico vive nella zona Ovest e hanno curato solamente il loro orticello. 

http://www.provincia.bz.it/agenzia-ambiente/service/attualita.asp?redas=yes&aktuelles_action=4&aktuelles_article_id=298934

Attualità

Ambiente | 29.04.2009 | 16:00

Interventi per ridurre il rumore: esperti a convegno

"Silenzio
prego", questo il significativo titolo del convegno sulla riduzione del
rumore da traffico stradale e ferroviario promosso oggi (29 aprile) a
Bressanone dall’Agenzia provinciale per l’ambiente. In discussione
piani di azione e misure per ridurre l’inquinamento acustico da
traffico su strade, autostrada e ferrovia. CON AUDIO

Oltre cento partecipanti al convegno di Bressanone

Automezzi
e treni in transito in Alto Adige sono fonte di inquinamento acustico.
Delle problematiche connesse e degli interventi previsti per ridurre il
rumore da traffico stradale e ferroviario hanno discusso oggi (29
aprile) all’Accademia Cusano di Bressanone esperti locali e
internazionali nel convegno "Silenzio prego" organizzato dall’Ufficio
Aria e rumore dell’Appa e che ha registrato oltre cento partecipanti.

La
manifestazione si é articolata in due parti: al mattino esperti di
viabilità hanno illustrato la situazione del rumore provocato dal
traffico in Alto Adige e hanno illustrato gli interventi realizzati e
quelli in cantiere di Provincia, Autobrennero Spa e RFI Rete
ferroviaria italiana, ciascuna per le tratte di propria competenza. È
stata inoltre presentata una proposta di cooperazione con i Paesi
coltreconfine per la lotta contro il rumore. In serata è previsto un
dibattito pubblico con i relatori e i cittadini interessati.

L’assessore
provinciale all’ambiente Michl Laimer, intervenuto al convegno, ricorda
che "il programma di intervento si articola in tre fasi: la creazione
del catasto del rumore, la definizione di piani di azione e le misure
da realizzarsi nel concreto." Il catasto dei rumori è
stato predisposto dalla Provincia e reso pubblico (www.provincia.bz.it/cartografia),
rendendo visibile l’inquinamento acustico di giorno e di notte sulle
maggiori arterie di traffico che rientrano nella competenza di gestione
della Provincia. Anche il piano di azione provinciale è definito: "In
cosiderazione dei dati raccolti nel catasto del rumore e alle zone più
densamente popolate alle prese con l’inquinamento acustico da traffico
– sottolinea Laimer – la Provincia ha pianficato misure ad hoc per la
riduzione del rumore e le priorità: attraverso l’impiego di asfalto
fonoassorbente, la riduzione della velocità di transito,
l’approntamento di pareti e finestre antirumore." Ora si passa
alla terza fase del programma, quella della realizzazione degli
interventi pianificati.

Il direttore dell’Appa Luigi Minach
ricorda che "nella giornata internazionale contro il rumore, questo
convegno si propone come il primo di una serie di incontri annuali che
avranno lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema
dell’inquinamento acustico da traffico, un argomento dalle molteplici
sfaccettature sul quale la Provincia è impegnata da anni per quanto di
sua competenza, ovvero il traffico locale non transfrontaliero."

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...