L’imposizione della musica

Amo la musica, mi piace pero’, poter scegliere quello che ascolto.
Sempre piu’ spesso, e quasi ovunque, a tutte le ore (negozi, centri commerciali, bar, spiaggia, piscina, ristornate, piazze, palestre) siamo bombardati dalla musica.
Invece di produrre piacere nelle persone, il livello elevato della musica, produce una distorsione dei suoni e un fastidio al quale sempre piu’ persone cercano di sottrarsi.
Ovviamente non siamo tutti uguali, non tutti reagiamo allo stesso modo, i giovani apprezzano (diventeranno sordi molto presto, dovranno aumentare il volume per poter sentire).
Quanto costera’ alla societa’ la sordita’???
Chi paghera’ i danni provocati dal rumore???

Perche’ dobbiamo subire l’arroganza di chi ha deciso di imporre un certo tipo di musica, ad un volume eccessivo e senza possibilita’ di alternativa oltre a quella di doversi isolare in cima ad un monte?

Se vado al ristorante ci vado per mangiare, la musica di sottofondo forse puo’ essere piacevole, se alla musica non si aggiunge il rumore delle parole.
Se vado in piscina o in spiaggia, ci vado per il sole, il mare, l’aria pulita, per nuotare – non per subire un bombardamento di musica rock.
Se vado al centro commerciale o nei negozi, ci vado per acquistare non per sentire la musica
A casa vorrei sentire la mia musica e non quella del vicino.
E se proprio voglio la musica, quella sparata dagli altoparlanti, vado in discoteca.

Che sia solo questione di educazione e un problema di ignoranza riguardo ai danni provocati dal rumore oppure solamente arroganza?
Chi ci governa lo fa per il proprio tornaconto e di chi lo ha eletto (poteri economici) o agisce pensando al benessesre dei cittadini?
La salute e’ un optional?

Stiamo facendo grandi passi indietro invece che in avanti, un paese da Terzo Mondo.Nel XXI secolo potremmo iniziare a pensare alla qualita’ della vita delle persone e alla costruzione di un mondo sostenibile.
Il rumore distrugge le persone, impedisce di concentrarci, inebetisce, ma forse e’ proprio questo l’obiettivo politico, una massa inebetita e ormai incapace di concentrarsi alla quale proporre proprio tutto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...